Home / AtuttoGATTO / Curiosità / COME CI VEDONO I GATTI?

COME CI VEDONO I GATTI?

Chissà cosa pensa di me“, “chissà come mi vede“, “chissà se mi vuole bene“, “chissà se gli piaccio“…sembrano i pensieri e i dubbi tipici di una relazione amorosa agli albori, quando le insicurezze e la voglia di fare colpo sul potenziale partner la fanno da padroni.

Vero, ma chi non si è mai fatto queste domande esistenziali anche pensando o guardando il proprio gatto, soprattutto in virtù di quella antipatica nomea di animali opportunisti e distaccati che si portano dietro?

Domande più che lecite, visto che rispetto ai cani i nostri mici hanno una natura in genere più indipendente e attuano spesso comportamenti che sono difficilmente interpretabili.

Ebbene, una risposta plausibile a queste domande ci è stata fornita dal biologo inglese John Bradshaw, che dopo aver dedicato 30 anni di studio ai gatti ha formulato una teoria a riguardo: i gatti ci vedrebbero semplicemente come gatti più grandi (in alcuni casi addirittura come una mamma-gatto) e lo dimostrerebbe il modo in cui si approcciano a noi, trattandoci sostanzialmente come individui alla pari e instaurando un rapporto di amicizia (o al più materno) in cui non esiste nessuna gerarchia, a differenza dei cani che invece tendono ad identificare l’umano come il padrone o capobranco.

In particolare se il gatto entra a far parte della famiglia fin da piccolo tenderà ad identificare un suo “umano preferito” da prendere come riferimento e in cui riporre piena fiducia, sostituendolo idealmente alla figura della mamma gatta e rivolgendosi a lui per soddisfare le proprie necessità di cibo, coccole o anche solo protezione.

Come possiamo capire che il nostro gatto ci vede proprio come un suo simile, anche se magari più strano e buffo?

Basta fare attenzione ad alcuni piccoli atteggiamenti: alzare la coda e strofinarsi ad esempio sono due comportamenti tipici per comunicare amicizia e rispetto, in genere messi in atto in natura dai gatti più piccoli nei confronti dei gatti più grandi, così come fissarci dritto negli occhi per poi strizzare i propri dolcemente è uno dei tanti modi con cui comunicano il loro amore agli altri felini…e in questo caso nei nostri confronti!

E invece, come interagire con il nostro gatto cercando di instaurare e mantenere un legame di amicizia il più duraturo possibile?

Il segreto è lasciare a lui l’iniziativa.
Il gatto non ama essere forzato, per cui lasciategli i suoi spazi e aspettate che sia lui ad avvicinarsi….se lo farà, allora significa che per lui siete un grande amico.

Insomma, alla faccia di chi li considera animali opportunisti e distaccati.