Home / Le storie / Storie di vita vera / MICIO…E NOI

MICIO…E NOI

Un anno fa siamo stati “adottati” da un Soriano  meticcio che è nato nel campeggio che frequentiamo in montagna.
Prima con diffidenza mangiava sotto la scala che dà l’accesso al balcone, poi un giorno arrivò su tre zampe tutto mogio miagolando tristemente, così gli ho riempito la sua ciotola e con stupore è salito sul balcone spostando la ciotola vicino a me, e vedo che ha un enorme bozzo sulla testa. Passato qualche mese si è ripreso con mia grande gioia, e un pomeriggio salendo mi viene vicino come al solito miagolando,  ma questa volta di gioia!
Da allora ogni volta che arriviamo in montagna ci accoglie che una  miriade di miagolii, rotolandosi davanti a noi, e quando apro la porta lui entra senza nessun timore in casa, il suo divano è sempre a disposizione, così come la sua ciotola sempre piena, il pisolino del pomeriggio lo facciamo vicini vicini nel lettino…e pensate che molti altri gli danno del cibo, che naturalmente non disdegna, ma non entra da nessuno tranne che da noi! Non ha mai fatto nessun danno e quando vuole uscire mi avvisa miagolando seduto davanti la porta, che ovviamente in inverno è chiusa per il freddo…adoriamo questo micio e  quando non siamo lì sappiamo che è nutrito dai proprietari, ma ci lascia un vuoto che non vediamo l’ ora di colmare…l’ho battezzato “micio” perché non vorrei dargli un nome, solo per rispetto della sua libertà. Ormai è passato un anno da allora ed è ancora un adorabile coccolone, almeno con noi, e un po’ ne sono orgogliosa perché in fondo sono un po’ gelosa. Lo adoriamo.

 

 

Marina e Stefano