Home / AtuttoGATTO / Curiosità / I GATTI GIOCANO O LITIGANO?

I GATTI GIOCANO O LITIGANO?

A chi non è mai capitato di osservare due gatti rincorrersi e azzuffarsi, chiedendosi se stessero giocando o litigando?
Un dilemma legittimo, poiché in entrambe le situazioni i gatti, mantenendo sempre il loro istinto da predatori, tendono anche a mantenere comportamenti simili, ed è quindi importante riuscire a cogliere i diversi segnali per poter capire se è in corso una rissa e poter intervenire prima che sia troppo tardi!In particolare, prestate la massima attenzione al loro linguaggio del corpo, alla natura dello “scontro” e ai loro vocalizzi.

Quando i gatti giocano?
– Due gatti che giocano in genere non fanno molto rumore, li potrete sentire soffiarsi contro, ma saranno suoni poco intensi e brevi.
– Tenderanno poi a mettere in atto un gioco di ruoli, in cui si scambiano ripetutamente nella posizione dominante e si imitano a vicenda nei movimenti.
– Le orecchie avranno una posizione abbastanza naturale, solitamente saranno erette o puntate in avanti, ma potrebbero anche essere leggermente tirate indietro in maniera però non così evidente.
– Gli artigli vengono attentamente tenuti nascosti, proprio perché si stanno divertendo e non vogliono assolutamente fare male al loro amico!
– Giocando è frequente che finiscano anche per mordersi a vicenda, ma come per gli artigli anche in questo caso fanno molta attenzione a non causare dolore all’altro.
– Durante il gioco il ritmo sarà ben scandito, e si fermeranno più volte per poi ricominciare di comune accordo…come dire “ehi sono un po’ stanco, 1 minuto di pausa e riprendiamo ok? Però stavolta in posizione dominante ci sto io“.
– Infine, una volta soddisfatti, quando sarà cessato il trambusto per la casa li vedrete continuare a stare insieme, magari mettendosi vicini per fare un riposino per recuperare le energie.

Quando i gatti litigano?
Se invece i due decidono di affrontarsi poco amichevolmente, i segnali saranno tutto l’opposto.
– Sono molto più rumorosi, con soffi e miagolii prolungati e particolarmente acuti.
– Uno dei due gatti manterrà una posizione dominante sull’altro più a lungo del normale, e il povero malcapitato tenderà a scappare ripetutamente senza mai invertire i ruoli.
– Le orecchie in questo caso saranno tendenzialmente appiattite sulla testa, gli occhi sbarrati e le bocca semi aperta, quasi a voler intimorire l’avversario mostrando la sua temibile dentatura.
– I morsi saranno morsi veri, aggressivi, e molto spesso uno dei due mostrerà delle ferite al termine del conflitto (che ovviamente saranno da medicare all’istante per evitare il rischio di infezioni o simili, valutando di caso in caso di portarlo da un veterinario se dovesse essere profonda o apparire particolarmente grave).
– Durante un litigio, il ritmo dello scontro sarà molto più frenetico ed estenuante: un vero e proprio duello all’ultimo sangue, in cui non si fermano finché non c’è un vincitore.
– La posizione del corpo poi rappresenterà un indizio decisivo: se li vedete inarcare la schiena, gonfiare il pelo e la coda, allora è in atto una lotta per nulla amichevole.
– Infine, una volta terminato il tutto tenderanno ad evitarsi ed ignorarsi a lungo, molto a lungo.

Come stoppare un litigio?
Se tutti i segnali conducono ad una rissa in corso, allora è opportuno sapere come intervenire prima che si facciano male sul serio.
Ad esempio richiamando la loro attenzione emettendo rumori forti (battere le mani, sbattere un pugno su un tavolo, urlare), così da distrarli e portarli ad interrompere lo scontro, almeno momentaneamente.
Importante non intervenire direttamente, ovvero mai mettersi in mezzo tra due gatti che litigano: potreste essere quelli ad uscirne peggio, oltre che rischiare di peggiorare ulteriormente la situazione.

Se invece le lotte tra mici dovessero diventare una costante, con i vostri sforzi di porvi fine sistematicamente fallimentari, allora in questo caso la soluzione migliore potrebbe essere quella di rivolgervi ad un etologo o ad uno specialista in comportamento felino, soprattutto per capire il motivo di questo odio viscerale e scongiurare la presenza di malattie che possono essere la causa di un’eccessiva aggressività.