Home / AtuttaSICUREZZA / GUIDA AI GEOLOCALIZZATORI PER CANI E GATTI

GUIDA AI GEOLOCALIZZATORI PER CANI E GATTI

Perdere il proprio animale domestico è una delle cose più brutte che possa accadere a proprietari di cani e gatti. Come fare ad evitare questo spiacevole inconveniente? Negli anni sono stati inventati dispositivi che, con l’aiuto della tecnologia GPS, aiutino a tenere sotto controllo gli spostamenti dei propri amici a 4 zampe, lasciandoli liberi di scorrazzare in giardino o nel parco senza l’ansia costante di poterli perdere. 
Come funzionano i geolocalizzatori:

Questi dispositivi sono una sorta di piccoli trasmettitori di posizione che vengono realizzati per essere attaccati al collare del proprio animale domestico. La tecnologia usata è il traker gps, un congegno che riceve le informazioni inerenti alla sua posizione da un sistema di satelliti in orbita.  Per funzionare il dispositivo contiene anche un trasmettitore, che invia le coordinate di localizzazione ad un telefono cellulare e le visualizza all’interno di una mappa. In poche parole si copra il geolocalizzatore e lo si attacca al collare dell’animale; parallelamente si scarica l’app apposita su smartphone o tablet, la si abbina al congegno, e questa inizierà a mostrare la posizione del geolocalizzatore e di conseguenza dell’animale. tracker geolocalizzano con notevole precisione cani o gatti, di solito lo scarto è di pochi metri (al massimo 5) e il tempo di reazione è di qualche secondo (da 2 a 5). Un punto di attenzione nella scelta di questi dispositivi è la durata della batteria, che deve essere sufficiente a garantire un controllo costante dell’animale nell’arco della giornata e possibilmente per più giorni. 

Esistono poi altri metodi, meno tecnologici, che prevedono ad esempio targhette con QR code da applicare al collare dell’animale domestico che, se scannerizzati, mostrano i dati personali del padrone, utili per un contattato tempestivamente. Ovviamente si tratta di metodologie meno sicure dei tracker GPS. 

Altre funzionalità dei geolocalizzatori 

geolocalizzatori si sono poi arricchiti di altre funzionalità, eccone alcune: 

  • Memorizzazione dello storico dei movimenti dell’animale per poter vedere quali sono i sui percorsi preferiti e le zone dove preferisce stare; 
  • Definizione di un recinto virtuale, una sorta di zona oltre la quale il nostro animale domestico non dovrebbe andare. L’app quindi avvisa il proprietario quando rileva che l’animale si è allontanato troppo e ha superato l’area di sicurezza; 
  • Riepilogo delle attività motorie del proprio cane o gatto e calcolo di informazioni relative al suo benessere. In alcune versioni è anche possibile definire degli obiettivi giornalieri di attività motorie per tenere sotto controllo la salute dell’animale. 

Un buon geolocalizzatore, che contiene tutte queste funzionalità, è Kippy. Lo si ha in regalo con Su la zampa, la versione TOP della polizza animali offerta da rendimax assicurazioni. Con questo abbinamento di prodotti potrai ottenere un duplice vantaggio: assicurare il tuo cane o gatto garantendoti copertura per spese mediche in caso di infortunio e malattia, assistenza, responsabilità civile verso terzi. Inoltre terrai costantemente monitorato il tuo pet con Kippy.

Scopri subito l’assicurazione Su la zampa di rendimax assicurazioni qui: https://www.rendimaxassicurazioni.it/assicurazioni/assicurazione-cane-e-gatto-su-la-zampa/