Home / AtuttaTOELETTA / AL MARE CON IL CANE: SI DEVE, SI PUO’ MA OCCHIO A CUTE E PELO

AL MARE CON IL CANE: SI DEVE, SI PUO’ MA OCCHIO A CUTE E PELO

Molti cani si  divertono un mondo quando possono tuffarsi in mare, ma come si riducono il pelo e la cute con l’acqua salata e con la sabbia?

I nostri amici a quattro zampe non vedono l’ora di passare delle belle giornate in spiaggia, sonnecchiando sotto l’ombrellone e tuffandosi in mare (soprattutto alcune razze maggiormente predisposte all’acqua come i Retrievers e i barboni). La sabbia e l’acqua salata però possono  provocare disturbi alla cute come ad esempio dermatiti.

La sabbia infatti è piena di piccoli insetti che possono annidarsi nel pelo del cane causandogli prurito, mentre l’acqua del mare provoca secchezza cutanea e inaridimento del pelo.

 

Come tutelare il nostro cagnolino dopo una nuotatina quindi?
E’ la domanda che mi viene rivolta più spesso dai miei clienti.

Occorre sciacquarlo subito con acqua dolcee se possibile asciugarlo bene con un asciugamano prestando attenzione al muso, alle orecchie, all’attaccatura della coda e all’addome. In particolare le orecchie vanno asciugate bene perché altrimenti il cane può sviluppare otiti che sono particolarmente dolorose. E’ bene anche rimuovere il più possibile la sabbia, soprattutto in mezzo ai polpastrelli, che alla lunga potrebbe dar luogo a irritazioni o peggio ancora a delle micosi. Dopo quest’operazione l’ideale sarebbe spruzzargli addosso una lozione balsamo spray per nutrire cute e pelo.

Maggior attenzione va prestata ai cani con molto sottopelo: quest’ultimo trattiene molta più umidità rispetto ad un cane a pelo raso e corto) rendendo il cane più predisposto a raffreddamenti, alla formazione di funghi e, nel caso di cani anziani, a problemi di infezioni alle articolazioni.

I cani a pelo lungo (liscio e riccio) vanno anche accuratamente spazzolati con un buon cardatore per evitare la formazione di nodi che a loro volta possono causare altri problemi, certamente non solo estetici.

Una volta arrivati a casa  si può procedere al bagnetto vero e proprio con shampoo e balsamo  (rigorosamente ad uso professionale per cani in quanto hanno un ph differente da quello umano) per rimuovere ogni residuo di sabbia e sale (anche non tutti i giorni se si sono eseguite alla perfezione le operazioni sopra descritte).

Alla fine delle vacanze però un vero bagno da un toelettatore professionista è consigliato sia per una pulizia ed idratazione più profonda che per un’eventuale  rimessa in ordine del pelo (slanatura/taglio dipende dalla razza).

 

Cosa posso aggiungere?!

Auguro buone vacanze a tutti voi in compagnia dei vostri animali e ricordate di mettere in valigia shampoo, balsamo e lozione balsamo spray oltre che un buon cardatore per i cani a pelo lungo!

 

(Articolo di Veronica Mancusi
Toelettatura Cuore Quattrozampe
Over line School – UPOL Piemonte
Alpignano (TO)
Cell. 393 2619212)