Home / AtuttaSICUREZZA / PAURA DEL VETERINARIO?

PAURA DEL VETERINARIO?


Paura dal veterinario? Alcuni consigli su come evitarla.

Diciamoci la verità: farsi visitare dal dottore o dal dentista non è propriamente una delle cose che più amiamo. Ma almeno noi sappiamo a cosa andiamo incontro. Provate a mettervi, invece, nei panni dei nostri animali, che si trovano in un posto che non conoscono e davanti hanno uno sconosciuto che li tocca e, magari, gli fa pure una puntura. È comprensibile un po’ di agitazione, giusto?

Una ricerca dell’Università di Pisa ha esaminato un alto numero di cani per analizzare quali sono i comportamenti più frequenti e quali i fattori che influenzano la risposta del cane. Dai risultati dello studio si è scoperto che la maggior parte dei cuccioli mostra segni di stress durante la visita e almeno il 50% dei cani comincia a mostrare segnali di tensione in macchina o addirittura a casa.

Sul tavolo della visita, il 73,2% dei cani sembra provare disagio e mostra comportamenti come:

  • tentativo di saltare giù dal tavolo (31,8%),
  • tentare di essere preso in braccio (21,0%),
  • tenere la coda tra le gambe (18,0%),
  • tremare (16,8%).

Quando il veterinario si avvicina, la maggioranza dei cani (63,2%) è tesa ma non aggressiva, l’11,2% è aggressivo (ringhia o cerca di mordere) e solo il 25,6% non mostra segni di disagio. Solo un terzo dei cani (36,8%) sembra tollerare ogni tipo di trattamento clinico dal veterinario.

Ma quindi, cosa possiamo fare per rasserenare i nostri amici a quattro zampe quando andiamo dal veterinario?

Innanzitutto è utile abituare il cane alla clinica veterinaria (magari portandolo a conoscere il medico), nonché a essere sottoposto a terapie ed a pratiche cliniche comuni.

Addirittura ci sono alcune cliniche che organizzano dei “Puppy Party”, incontri collettivi senza struttura fissa, indirizzati all’accoglienza dei proprietari, che ricevono dei preziosi consigli circa la crescita dei loro cani e dei cuccioli, che giocano e si divertono sotto l’occhio di personale esperto.

Una volta arrivati in clinica, è meglio aspettare fuori dalla sala d’attesa il proprio turno, soprattutto se questa è piccola e magari “affollata” da altri animali. Per questo si consiglia di scegliere orari adatti.

Utile portarsi dietro anche un giochetto da casa, in modo da farlo sentire a suo agio e distrarsi dalla situazione “nuova”. Se il cane dovesse essere agitarsi, l’importante è mantenere la calma e tranquillizzarlo: accarezzatelo, portatelo a fare quattro passi e tutto tornerà nella normalità.

È molto importante, infine, scegliere una polizza assicurativa per la protezione dei cani, come “Su la zampa” di rendimax assicurazioni, che offre assistenza e rimborso delle spese veterinarie per interventi chirurgici in caso di incidente, coperture in caso di danni a terzi e tutela legale.

Scoprite tutti i dettagli e provate a calcolare un preventivo gratuito qui: https://www.rendimaxassicurazioni.it/assicurazioni/assicurazione-cane-e-gatto-su-la-zampa/